Necromìti – il concept di Melania Costa in esposizione da The Box dal 5 al 19 Novembre

con Nessun commento

Frutto di un anno intero di lavoro, di romantica ricerca del “dimenticato”, Necromìti è un sofisticato intreccio di artigianato e poesia, dedicato nel mese della Festa dei Morti a tutti quei defunti senza più figli, nipoti, cari.

Un’ultima rappresentazione nel teatro della vita, un’ultima occasione per poter dire qualcosa, nell’infinita saggezza del tempo che è passato, per volti e parole, cuciti insieme dall’artista.

Fotografie d’epoca cui ricordo e proprietari sono stati persi nel tempo; oggetti abbandonati; lettere e poesie. Il tutto cucito insieme su installazioni dal gusto stilistico fortemente siciliano, in cui i colori fanno rima con gli antichi carretti o il vestiario della tradizione popolare.

Sicilia da Teypat

La mostra sarà aperta al pubblico dal 5 novembre presso The Box e resterà visibile dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 20:00 tutti i giorni tranne lunedì mattina e domenica, fino a giorno 19.

Melania, l’artista, racconta così il suo lavoro:

“L’idea di questi oggetti, esposti in una mostra, nasce dal ritrovamento e recupero, inizialmente casuale, di una serie di vecchie foto; foto che, non più rivendicate dal tempo e dai proprietari, vengono abbandonate al crudele destino dell’anonimato. Foto di persone che hanno avuto una loro storia, forse adesso dimenticata; fotografie di cui, tristemente, parenti (o chi per loro) si disfano senza molti ripensamenti; o chissá… perse lungo il cammino.
Attraverso dunque il recupero, e successivamente il rimaneggiamento artistico e creativo, i personaggi delle foto riprendono nuova vita. Le storie s’intrecciano, si creano incontri, si avvertono desideri mai detti, speranze nascoste. Se si guarda attentamente ogni singola foto ed ogni singola persona, si legge una storia, a volte triste, a volte forse irrispettosa, a volte gioiosa; i personaggi vivono comunque di una nuova vita.
Il materiale inoltre, che fa da supporto alle foto e con cui vengono creati svariati oggetti, é quasi interamente riciclato; anch’esso vive perciò di nuova vita.

Inoltre il senso di questa idea é anche quello di far rivivere una nostra tradizione popolare come quella della Festa dei Morti, ormai purtroppo in parte dimenticata o peggio soppiantata da qualcosa che non ci appartiene come la festa di Halloween.
C’é dunque anche una parte di ricerca antropologica di testi e riferimenti su questo tema e una riflessione su ció che la fotografia, in senso lato, ci vuole trasmettere.”

Potete trovare lo stesso testo ed altre informazioni utili collegandovi all’evento su Facebook, facendo click qui.

Lascia una risposta